loader
Attendere il completamento dell'operazione.
Aggiornare la pagina se impiega troppo tempo.

AGP
Attenzione !
Controllare i seguenti campi
Ostello di Salerno
chiudi
riprova
dove siamo - come raggiungerci
espandi tutti


Agropoli leggi informazioni
Agropoli, nel cuore della Magna Grecia, a pochi chilometri da Paestum e Velia, è la porta del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.
Questa cittadina, che vanta origini antichissime, è ricca di attrattive irresistibili per i turisti. E' qui infatti che si mescolano sole, mare, tradizioni, natura e dove certo non mancano storia e cultura.
Il suo mare lascia affascinati grazie ai suoi colori cangianti che riflettono mille sensazioni e alle splendide spiagge di sabbia sottile e caldi scogli.
Conserva un bellissimo borgo medievale, al quale si accede da una serie di caratteristiche gradinate che portano alla grande Porta risalente al 1600 e da lì, proseguendo per vie e viuzze, si raggiunge il castello.
Tappe obbligatorie del centro antico sono la Chiesa della Madonna di Costantinopoli, risalente al XVII sec. e quella di SS. Pietro e Paolo, risalenti all'Alto Medioevo, ed infine il Castello bizantino a pianta triangolare che si erge sul promontorio con la sua cinta muraria. Altra importante attrattiva è la Torre di S. Marco.
Inoltre, scendendo verso il porto, vale la pena fermarsi all' Antiquarium, che custodisce numerose testimonianze della storia più antica di Agropoli. In esso vi sono varie sezioni, dalla preistoria all'età greca, romana, lucana e alto medievale; di particolare interesse sono i reperti di anfore e ancore recuperate a mare, risalenti al VII e il IV sec. a. C. circa.
Collegamenti

in auto
da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti
(circa 40 minuti)
in autobus
da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti
(circa 40 minuti)
in treno
da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti
(circa 40 minuti)
via mare
da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti
(circa 40 minuti)
Amalfileggi informazioni
Dato che è impossibile tracciare un suo profilo, lo lasciamo fare ad un degno maestro quale Quasimodo: "Per descrivere le rive di Amalfi secondo una fotogenia tradizionale dovrebbero bastare le pubblicazioni turistiche, le sequenze dei documentari.
Per trattenere la dimensione interiore della sua natura sono 
necessari gli incontri più sottili della mente".
Il suo paesaggio è uno spettacolo che sovrasta l'intera costiera, dove il bianco delle casette che si aggrappano alle pareti rocciose domina e gioca con l'azzurro del mare che lo contrasta.
Con i suoi 57 gradini, protagonista indiscusso della scena è il Duomo, dedicato all'Apostolo S.Andrea, e al suo fianco il campanile risalente al XII sec. Da qui si intravedono le viuzze che sembrano voler invitare il visitatore a scoprire il nobile passato della più antica Repubblica marinara, gettandolo improvvisamente su una piazza, uno slargo o, come un gioco di labirinti, in un altro vicolo…insomma…nonostante sembra che tutti la conoscano…è ancora tutta da scoprire.
Collegamenti

in auto
a Salerno SS163, distanza km 25 (circa 40 minuti)
in autobus
da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti ( un'ora e un quarto circa)
via mare
da Salerno collegamenti diretti (circa 35 minuti)
Caprileggi informazioni
Sulla linea dell'orizzonte che si apre davanti al golfo di Napoli, tra Capo Miseno e la Punta Campanella, il profilo di una roccia si delinea come in un sogno che affonda nel blu del mare che la circonda. Questa perla del Mediterraneo è l'isola di Capri, amata sin dall'antichità dai ricchi e dai potenti, tanto che Augusto trasferì qui la sua dimora estiva a tutti conosciuta con il nome di Palazzo a Mare, e l'imperatore Tiberio vi stabilì la proprio residenza negli ultimi anni di vita.
In un presente antico le delicate fragranze dei fiori, i perfetti accostamenti dei colori fra il turchese del mare e lo smeraldo della vegetazione testimoniano una bellezza naturale e una serenità interrotta solo dai versi dei gabbiani…queste sono solo alcune delle magiche atmosfere di un'isola che è diventata un mito.
Capri è ricca di storia e di antichità, nel corso dei secoli ha conservato intatto il suo fascino tale da poter offrire ai suoi visitatori una moltitudine di bellezze architettoniche, paesaggistiche e naturali quali la Certosa di San Giacomo con il suggestivo chiostro, Villa Jovis con lo splendido belvedere e ancora, a Marina Piccola, la bella chiesa bizantina di San Costanzo, l'Arco Naturale e, naturalmente da non perdere, l'incantevole Grotta Azzurra.
Collegamenti

via mare
In traghetto o aliscafo collegamenti giornalieri da Salerno.
Casertaleggi informazioni
Elegante ed imponente, la Reggia di Caserta non fu solo una delle opere più significative dell'architetto Luigi Vanvitelli, bensì il coronamento del sogno di Carlo III di Borbone di realizzare un'opera che emulasse Versailles e che offrisse inoltre un'ottima posizione strategica.
Così oggi la Reggia di Caserta é uno dei più fastosi e splendidi palazzi che un sovrano abbia mai fatto costruire…basta varcare l'ingresso per avere subito l'impressione di entrare in un palazzo di fiaba. Sarà per questo motivo che risulta essere uno dei posti più visitati in Italia grazie non solo alla maestosità del palazzo reale, ma anche alla bellezza singolare del suo parco. Lungo ben 3 km, il parco, attorno al quale si sviluppa il centro cittadino, è un tipico giardino all'italiana ricco di grandi prati, aiuole e fantastici giochi d'acqua, il cui percorso parte dalla Fontana del Canalone, detta anche Fontana dei Delfini, fino a culminare nella vasca di Diana e Atteone, dove scende con un salto di 78 metri l'acqua della Grande Cascata.
Collegamenti

in auto
a Salerno: autostrada A30 (Caserta - Salerno) distanza km 83
(circa 50 minuti)
in treno
da Salerno collegamenti diretti con Caserta
(circa un'ora)
Cetaraleggi informazioni
Questo bellissimo borgo marinaro si posiziona nella piccola conca ai piedi del monte Falerio. Visto dal mare dà quasi l'impressione di un ventaglio che si schiude fra il profumo degli agrumi e il vivace verde dei vigneti.
Nonostante rimanga ancora ignorata dal grande turismo, è capace di offrire al suo visitatore tradizioni culturali e gastronomiche tali da non lasciarlo indifferente. Infatti la pittoresca località è rinomata per la conservazione del tonno e delle alici (famosa è la "colatura di alici", rielaborazione alto-medievale del "GARUM" romano, riproposta come prezioso elemento tipico della ristorazione locale). Lo stesso nome deriva dai "Cetari", appunto famosi cacciatori di tonni.
A dare il benvenuto al suo ingresso troviamo la Torre Vicerale d'avvistamento, fatta costruire dai cittadini nel 1500 per prevenire gli attacchi dei Turchi. Essa s'innalza maestosa in una delle più belle insenature del paese, cadendo poi a strapiombo sulla spiaggia.
Non mancano monumenti di grande interesse quali la Chiesa di S. Francesco con annesso convento, costruito nel 1585 e la Chiesa romanica di S. Pietro con il suo magnifico campanile trecentesco. Questa fu ricostruita nel XVIII sec. e al suo interno oltre a numerose opere d'arte è situata la tomba di Grandonetto Ausilio, il cetarese che portò in salvo il principe Federico, secondogenito del re Ferdinando I d' Aragona, durante la congiura dei baroni nel 1485.
Collegamenti

in auto
da Salerno SS163, distanza km 10
(circa 20 minuti)
in autobus
da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti
(circa 20 minuti)
Ercolanoleggi informazioni
E' solo per gli incredibili scavi archeologici che consigliamo l'escursione ad Ercolano?

Ovviamernte no! È possibile fare dello shopping molto particolare ogni mattina nel mercato dell' usato di Resina in via Pugliano…. soprattutto abbigliamento: pellicce, giubbotti di pelle, capi originali anni sessanta e settanta, vintage...introvabili!...e i prezzi? ...Ops…non li troverete esposti su cartellini ma bisognerà contrattare con il venditore l'indumento o l'oggetto particolare che vi interessa. Proprio come in un mercato arabo…tenete duro e…il prezzo scenderà! Proprio da Ercolano è possibile imboccare la strada migliore per raggiungere il Vesuvio, prendendo semplicemente un bus. Sapevate che è possibile girare a piedi intorno al cratere? Che emozione! E che panorama!..
Collegamenti

in auto
Autostrada A3 Salerno-Napoli, uscita Ercolano.
(circa 40 min)
Paestumleggi informazioni
Paestum, l'antica Poseidonia, era uno dei più importanti centri della Magna Grecia. Questa preziosissima città conobbe nell'età classica una grande crescita economica, grazie soprattutto alla favorevole posizione geografica e alla ricchezza del suo suolo, ciò infatti la rese un luogo di forte attrazione e di attivo commercio. E' proprio in questo periodo che nascono templi maestosi, quali la Basilica, il Tempio di Cerere e il Tempio di Nettuno.
I templi dorici sono situati nel perimetro delle mura che circonda l'antica città. Al suo interno si svolgeva la vita della sua comunità, come testimoniano l'Agorà e il Bouleuterion.
I suoi monumenti catturano viaggiatori e turisti appassionati per la loro immutata grandezza che il passare del tempo non ha intaccato e per la luce che cambia pian piano le sue sfumature col trascorrere dei giorni e delle stagioni.
Collegamenti

in auto
testo
in autobus
Da Salerno collegamenti frequenti con Paestum (circa mezz'ora) distanza km 53
in treno
Da Salerno collegamenti frequenti con Paestum (circa mezz'ora) distanza km 53
Napolileggi informazioni
Sarebbe davvero difficile e riduttivo descrivere in poche parole Napoli, i suoi colori, i suoi profumi, la sua bellezza cupa ma allo stesso tempo maestosa: è qualcosa che va semplicemente vissuto.
Molti l'hanno definita la città delle contraddizioni, ricca di sfaccettature tutte da scoprire, di piccoli vicoli nascosti tutti da esplorare, di grandiosi monumenti da ammirare.
E' qui che si trova un inestimabile patrimonio di fortezze e castelli, corsi e piazze antiche, palazzi storici e raccolte d'arte. Qui è facile individuare itinerari speciali nei luoghi della fede o delle tradizioni popolari.
La sua antichità la si scorge in Castel dell'Ovo, che ergendosi in mezzo al mare dà quasi l'impressione di volersi staccare dalla frenetica vita della città,o nell'imponente Maschio Angioino, o ancora nel cuore della parte più caratteristica della città,la cosiddetta "Spaccanapoli", lungo le vie degli antichi mestieri alla riscoperta di botteghe e laboratori, dove vengono ancora tramandate le secolari tecniche della lavorazione del ferro, dell'oro, del legno e della seta.
Nella città partenopea non mancano siti in cui rilassarsi, come la Villa Comunale situata proprio sul lungomare e lunga più di un kilometro, o parchi i cui panorami lasciano senza respiro, come il Parco Virgiliano, all'estremità di Capo Posillipo. Da qui infatti si può ammirare il golfo di Napoli nella sua integrità e di fronte le isole e il Vesuvio che domina incontrastato.
Collegamenti

in auto
Da Salerno autostrada A3 (Salerno - Napoli) distanza km 54 (circa tre quarti d'ora).
in autobus
Da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti ( tempi di percorrenza circa un'ora).
in treno
Da Salerno collegamenti diretti con partenze frequenti ( tempi di percorrenza circa un'ora).
Pompeileggi informazioni
La città di Pompei era una delle città romane più evolute e ricche della zona. Nel 79 d.c. vi fu una delle più disastrose eruzioni del Vesuvio, questa catastrofe ha permesso però di immobilizzare una intera civiltà sotto cenere e lapilli, predisponendo le fondamenta per lo sviluppo della Pompei moderna sulla riscoperta degli scavi. Gli scavi archeologici di Pompei hanno la caratteristica di non aver rinchiuso gli oggetti in un museo, pitture e mosaici sono lasciati sul posto , le case scavate sono ricoperte con tetti che riproducono l'antica disposizione e costituiscono riparo contro il degrado. Oltre agli oggetti ad essere stati conservati dalla cenere ci sono le sagome degli abitanti della vecchia Pompei in fuga dalle'eruzione.
Collegamenti

in auto
Autostrada Salerno/ Napoli direzione Napoli, 20 minuti circa. Uscita: Scafati o Pompei.
in treno
alla stazione di Salerno alla stazione di Pompei 25 minuti + 8 miniti a Piedi dalla stazione all'ingresso degli scavi.
Positanoleggi informazioni
"quando vi capita di scoprirla, l'impulso è di tenerla segreta, solo per voi..." 
"...un posto da sogno, che diventa reale solo dopo averlo lasciato..."
Così la descrive il premio Nobel per la Letteratura John Steinbeck , perché Positano non è soltanto mito, non è solo immaginazione, Positano è la fiaba più reale che esista, un luogo dove cielo e mare si abbracciano e si perdono nell'orizzonte rosso di un tramonto, dove la gioia di vivere ti avvolge e ti fa smarrire fra gli allegri colori delle sue botteghe, dei negozi che le hanno regalato fama non solo per la sua bellezza ma anche per la moda. Per le strade di Positano non si passeggia…ci si arrampica o ci si cala.
La sua magia la si avverte nell'aria, fra casette bianche, portoncini variopinti, minuscoli vicoli e scale, che all'improvviso ti portano in una piazza, ti aprono l'ingresso di una chiesa.
Un luogo così incantevole non poteva che essere avvolto nella leggenda.
Si racconta che sia stata fondata da Poseidone dio del mare per amore della ninfa Pasitea, e se si osa guardare più in là,oltre l'azzurro del mare, si potranno scorgere Li Galli, le isole delle Sirene, Ulisse li temette, Tiberio li amò, Nureyev vi ascoltava il canto delle onde, le storie dei naviganti, v'immaginava il tempio della danza.
Positano non è solo il mare, la spiaggia, Positano è cultura, è moda, è vita, è tutto ciò che ci aspettiamo da un viaggio.
Collegamenti

in auto
da Salerno SS163, distanza km 45
(circa un'ora)
in autobus
da Salerno ad Amalfi, da Amalfi collegamenti diretti con partenze frequenti per Positano
via mare
da Salerno
(circa un'ora)
Ravelloleggi informazioni
Ciò che rende speciale Ravello è la sua ubicazione…un balcone spalancato che cade a strapiombo su Amalfi e sull' intero golfo di Salerno. La grandiosità del suo panorama la si trova ovunque, la si legge nel "Decamerone" di Boccaccio, o nei versi di Wagner che qui vi trovò il magico giardino di Klingsor per il suo Parsifal.
Il fatto che sia stato scenario di momenti di vita di illustri visitatori ci sottolinea come questo luogo incantato sia tra i più belli della Costiera amalfitana. L'immagine di Ravello è legata soprattutto alle sue ville, coronate da un'atmosfera surreale e da un profondo fascino che si esprime ad ogni angolo…perché ogni angolo è un nuovo panorama.
Villa Cimbrone è rinomata per il suo emozionante Belvedere. Ernest William Beckett ne rimase talmente colpito che decise di acquistarla nel 1904 trasformandola in un museo dove antico e moderno si mescolano sapientemente.
Ma la bellezza di Ravello continua a stupirci nei magnifici monumenti che la decorano.
All'ingresso del paese, troviamo la chiesa romanica di Santa Maria a Gradillo, risalente al XII sec., dove c'era il seggio nobiliare del paese. Superando l'arco del Castello, un palazzo fortificato del 1200, arriviamo nell'ampia piazza Vescovado, coi suoi imponenti pini. Scopriamo la magnifica cattedrale di San Pantaleone, costruita nel 1087 per volontà della nobile famiglia Rufolo. E per chi ancora non si accontenta: il duecentesco Palazzo Confalone, col bel cortile ad archi acuti; il Municipio, che ha sede nella Casa Di Tolla del secolo XI e l'incantevole belvedere Principessa Di Piemonte, che domina la costa da Minori a Capo d'Orso.
Collegamenti

in auto
da Salerno SS163 per Amalfi, in prossimità di Amalfi SP1, distanza km 30
(circa 45 minuti)
in autobus
da Salerno ad Amalfi, da Amalfi collegamenti diretti con partenze frequenti per Ravello
(circa 1h e 15 minuti)
Vietrileggi informazioni
Distante soltanto 3 km da Salerno, Vietri sul mare è considerata la prima perla della Costiera amalfitana, di cui è la porta orientale.
Le sue origini sono riconducibili all' antica città etrusca di Marcina,il paese era inoltre il porto commerciale della Repubblica Amalfitana, dove arrivavano merci da ogni parte del mondo.
In seguito, nel periodo medievale, fu ribattezzata Veteri, città antica, da cui Vietri.
Il paesaggio che si può ammirare da Vietri è davvero mozzafiato. Il suo centro è dominato dal monte San Liberatore ed è ricco di terrazze il cui pendìo corre rapido verso il mare. E' il posto adatto per chi ama la natura, qui infatti non è difficile scorgere un sentiero dove, fra gli alberi e i cespugli, si aprono improvvise finestre a strapiombo sul mare, o spiagge dove godere di lunghe passeggiate, o ancora borghi tipici che ne marcano il suo carattere costiero.
Ma ciò che rende diversa Vietri da tutti gli altri paesi della Costa d'Amalfi è l'arte della ceramica, risalente al XV sec.
Basta uno sguardo per farsi catturare dalla magia dei piccoli negozi ricchi di oggetti in ceramica policroma che colorano il centro dandogli un tocco di allegria, e spesso si può ancora scorgere in qualche piccola bottega un vecchio artigiano che lavora al tornio.
Collegamenti

in auto
da Salerno distanza km 3
(circa 10 minuti)
in autobus
collegamenti diretti con partenze frequenti
(circa 15 minuti)
Ave Gratia Plena © 2012|Stargate srlPiva 03833480654
+39 089 234776
privacy policy
insiderquality